Diciamocela tutta, quando il Nardò ha segnato su calcio di rigore procurato nei minuti di recupero del primo tempo sugli sviluppi del solito maledettissimo calcio d’angolo, tutti abbiamo pensato a un Gravina bis. Certo, c’era ancora ancora il secondo tempo per recuperare ma col passare dei minuti l’impresa cominciava a farsi sempre più ardua, soprattutto su un campo zolloso e scivoloso dove ogni controllo sembrava vanificato da un falso rimbalzo.

L’ingresso in campo dell’artiglieria pesante formata da Guaita, Esposito, Siclari e França una speranza l’aveva accesa, ma il trascorrere inesorabile del tempo lasciava davvero presagire una beffarda sconfitta col rigoretto di giornata, soprattutto quando Schisciano, tutto solo in area, ha calciato clamorosamente alto una palla che ormai già vedevamo in fondo al sacco.

La speranza però si è riaccesa quando a pochi minuti dalla fine il Nardò ha sprecato incredibilmente due palle gol prima con Gigante e poi con Palmisano che ha colpito il palo a Mazzoleni battuto. La legge del gol non ammette dereghe: gol sbagliato, gol subito. In pieno recupero, ancora una volta da calcio d’angolo, França (a cui la comunità potentina ha già deciso di dedicare il nosocomio del capoluogo che da oggi si chiamerà Ospedale San Carlos), ha insaccato il pallone del definitivo 1 a 1 e portato le due squadre ai calci di rigore.

E’ bastato l’errore dal dischetto di Palmisano, con parata di un’eccezionale Mazzoleni, a dare ai rossoblu il passaggio agli ottavi di finale. Infatti con grande freddezza Guaita, França, Siclari, Berardino e Bertolo non hanno fallito dagli 11 metri, regalando, dopo il titolo di campione d'inverno, un’altra gioia ai tifosi potentini. Come diceva una pubblicità di un panettone di qualche anno fa… Adesso è Natale!

Nella Storia!

Le Maglie del Potenza

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Vibonese vs Potenza. I precedenti

Potenza vs Rieti. I precedenti

ULTIMI ARTICOLI

Potenza - Taranto: Formazione titolare

Formazione del Potenza: Breza, Russo, Panico, Di Somma, Bertolo, Esposito, Coppola, Guaita, França, Guadalupi, Siclari
A disposizione: Mazzoleni, Biancola, Sicignano, Ungaro, Diop, Di Senso, Vaccaro, Coccia, Pepe

Sostituzioni:
57° Pepe per Guadalupi - 74° Coccia per Guaita - 75° Di Senso per França - 80° Diop per Esposito, 84° Sicignano per Bertolo

Miglior attacco
Potenza 81
Cavese 68
Taranto 62
Miglior difesa
Potenza 28
Cavese 31
Nardò 36
Peggior Attacco
Frattese 26
Aversa Normanna 31
Gragnano 34
Peggior Difesa
S. Molfetta - Manfredonia 85
Francavilla - 70
Aversa Normanna 56

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy