Il girone di ritorno del campionato di serie D inizia sotto il segno dall’equilibrio, cinque i pareggi su nove gare a cominciare dal big match del Viviani tra Potenza e Cavese, finita sul 2 a 2, e tra Altamura e Nardò, chiusa sullo 0 a 0, che lascia praticamente tutto invariato nella parte alta della classifica.

Guadagna solo il Cerignola che con la vittoria sul fanalino di coda Sporting Molfetta si porta a una sola lunghezza dalla capolista Potenza. Le cicogne pugliesi, in serie positiva da otto giornate, sembrano vivere un gran periodo di forma (13 punti nelle ultime 5 gare) e tallonano i rossoblu potentini che procedono invece tra alti e bassi (solo 8 i punti guadagnati nelle ultime 5 gare) ma che, nonostante le difficoltà, riescono a mantenere la vetta della classifica e l’imbattibilità casalinga.

Riprendono a salire le quotazioni del Taranto che, con la bella prestazione ad Aversa e il ritorno al gol del bomber Favetta, diventa la quinta forza del campionato staccando il Gravina, fermato a Pomigliano sul 2 a 2, e il Picerno che non va al di là dello 0 a 0 contro il San Severo. 
A proposito di San Severo, i ragazzi di Giacomarro stanno compiendo il miracolo: 6 risultati utili consecutivi, 11 punti nelle ultime cinque giornate, 13 quelli messi a segno dal tecnico siciliano da quando è arrivato alla guida della squadra, insomma il San Severo punta decisamente alla salvezza diretta.

Un’altra squadra che sta vivendo un ottimo periodo di forma è il Nardò che a Sarno ha piazzato il suo settimo risultato utile consecutivo (undicesimo punto nelle ultime 5 gare). Il destino ha voluto che il Nardò giocasse fuori casa tutte le partite con le quattro di vertice, questo significa che la strada che porta alla serie C passa per Nardò, e non sarà una strada facile da percorrere per nessuno.

Chiudiamo con Turris e Francavilla che vincono rispettivamente in casa per 2 a 1 contro il Manfredonia e fuori casa per 1 a 0 contro la Frattese, ovvero due scontri diretti fondamentali che per il momento le tirano fuori dalle sabbie mobili.

La prossima giornata sarà particolarmente interessante perché riserva gare insidiose per le prime in classifica che potrebbero favorire la Cavese che riceverà la Turris, mentre il Potenza sarà ospite del Gragnano che ha già fermato sul pari l'Altamura, invece Cerignola e Altamura dovranno vedersela rispettivamente con Nardò e Taranto in due turni esterni decisamente complicati.

Le altre lucane saranno impegnate in due gare casalinghe non semplici l'AZ Picerno contro il Pomigliano e il Francavilla in uno scontro diretto per la salvezza contro il San Severo. Interessanti anche le altre due gare-salvezza tra Manfredonia - Frattese e Sporting Molfetta - Aversa Normanna.

Potenza-Matera. Storia di un Derby

La Canzone: Potenza nel cuore

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Potenza vs Trapani. I precedenti

Il Potenza s'impantana a Cava

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Juve Stabia 31
Rende - Trapani 23
Catania - Casertana - Potenza - Catanzaro 19
Miglior difesa
J. Stabia 7
Catanzaro - Monopoli 8
Trapani 10
Peggior Attacco
Viterbese 7
Bisceglie 9
S. Leonzio 11
Peggior Difesa
Paganese 37
Rieti 26
V. Francavilla 23

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy