Il Potenza lascia a terra la Cavese

Avevamo lasciato il Potenza in procinto di salire sul treno con destinazione serie C e adesso, dopo la vittoria sul Pomigliano e la sconfitta della Cavese a Picerno, possiamo tranquillamente dire che il treno è partito.

Sappiamo che in Italia, quando prendi un treno forse sai quando parti  ma non sai quando arrivi o, nei casi peggiori, se arrivi, tra deragliamenti, ritardi, gelo e scaldiglie che non funzionano, ma in questo caso, guardando i numeri del Potenza sembra abbastanza difficile che gli uomini di Ragno possano perdere 8 punti in otto gare, praticamente un punto a partita.

Sarebbero necessarie tre sconfitte oppure quattro pareggi o ancora due sconfitte e un pareggio, insomma ipotesi che potremmo definire quasi fantascientifiche visto che i potentini su 26 gare ne hanno persa solo una e pareggiate cinque. Inoltre la Cavese dovrebbe vincerle tutte e nove e sperare in tanti passi falsi dei rossoblu.

Se osserviamo bene la classifica gli aquilotti campani dovrebbero anche cominciare a guardarsi le spalle perché il Cerignola, grazie alla vittoria sull’Aversa, si trova a soli quattro punti e l’Altamura a 7, ma ha una partita da recuperare.

La lotta per i play off è sempre più interessante, la piccola frenata del Taranto a Nardò ha riacceso le speranze del Gravina e soprattutto del Picerno, dopo la bella prestazione casalinga con la Cavese. Gli uomini di Arleo hanno sfoderato una prova davvero straordinaria battendo al Curcio, dopo il Potenza, anche la seconda della classe, segno che i melandrini non guardano in faccia proprio a nessuno.

In coda respirano il Francavilla, 5 a 1 a un Manfredonia con quasi tutti e due i piedi in Eccellenza, e la Turris, vittoriosa fuori casa con il San Severo che adesso si vede scavalcato proprio dai lucani e dai campani con 27 punti contro i 25 dei pugliesi.

Nella Storia!

La Canzone: Potenza nel cuore

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Pontenza vs Monopoli. I precedenti

Potenza, una sconfitta che fa male

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Rende 5
Casertana - Juve Stabia - Trapani 3
Matera 2
Miglior difesa
Juve Stabia - Trapani - Matera 0
Rende - Catanzaro - Casertana - Vibonese - Bisceglie - Potenza 1
Rieti 2
Peggior Attacco
Potenza - Siracusa - Reggina - Rieti 0
Catanzaro - Vibonese - Bisceglie - Cavese - Paganese 1
Matera 2
Peggior Difesa
Paganese 4
Cavese - Siracusa - Reggina 3
Rieti 2

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy