Il viaggio del Potenza verso la serie C continua senza intoppi.
Nonostante fossero rimasti in 10 per quasi tutto il secondo tempo per l’espulsione di Guaita e nonostante una Sarnese coriacea e decisa a portarsi via dal Viviani almeno un punto, gli uomini di Ragno sono riusciti anche questa domenica ad avere ragione dell’avversario e delle gufate che arrivavano come folate di vento dal salernitano.

Ci è voluto ancora una volta il solito França, che in campionato non segnava da 271 minuti, per infrangere il muro difensivo della Sarnese al 92° con uno dei suoi colpi migliori, quello di testa, con uno stacco, una scelta di tempo e un movimento del corpo che per un attimo ha fatto venire in mente il mitico “gancio-cielo” di Kareem Abdul Jabbar con cui insaccava dei canestri che sembravano impossibili.

Questo è il 5° gol decisivo che il Potenza mette a segno negli ultimi minuti di gara, ricordiamo quello contro la Turris di Coccia all’89° (a cui seguì quello di Siclari al 95°), poi il gol straordinario di Esposito su calcio di punizione che diede la vittoria ai rossoblu al 91° contro la Frattese, e poi ancora il 3 a 2 di Guadalupi all’89° contro il Manfredonia, e infine il pareggio di França al 90°, sempre di testa, contro il Cerignola. 4 vittorie e un pareggio conquistati sul filo di lana, 9 punti in più in classifica, praticamente quelli che separano il Potenza dalla Cavese.

Il viaggio continua, mancano ancora sette gare tra cui quelle contro Gravina, Picerno, Nardò e Taranto, ma potrebbe anche finire prima del previsto se il Potenza continuerà ad essere questo, caparbio, convinto dei propri mezzi e che non si dà mai per vinto, deciso a giocarsela fino all’ultimo istante in ogni partita.

Le vittorie a tavolino del Potenza

La Canzone: Potenza nel cuore

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

A tanto così...

Il Catania mette il lucchetto

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Catanzaro 65
Juve Stabia 63
Trapani 60
Miglior difesa
J. Stabia 18
Catania 29
Monopoli 31
Peggior Attacco
Bisceglie 22
S. Leonzio 32
Vibonese - Rieti 33
Peggior Difesa
Paganese 72
Cavese 50
Rende 45

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy