Settimana terribile per il Potenza che nelle tre gare disputate non è riuscito ad andare al di là di due pareggi e una sconfitta. Due punti quindi realizzati nelle ultime tre partite con evidenti segni di affaticamento nella gara di Viterbo. E’ tempo di tornare ad essere la squadra brillante vista fino a qualche giornata fa, soprattutto è tempo di tornare alla vittoria. Il rientro di França e Dettori potrebbe dare nuova carica ai rossoblu in vista delle altre tre durissime prove a cui saranno sottoposti i ragazzi di Raffaele in questo “caldissimo” fine anno.

Si comincerà domenica prossima con un avversario tutt’altro che facile: la Casertana. La squadra campana è appaiata in classifica proprio col Potenza, ma se per i leoni lucani la posizione occupata è da ritenersi un buon risultato, dopotutto stiamo parlando di una società esordiente nei professionisti, per i falchetti campani invece si è sull'orlo di un fallimento sportivo, soprattutto considerando gli sforzi economici della società per far arrivare a Caserta calciatori di grande prestigio ed esperienza, come Floro Flores, Castaldo (che pare sia in procinto di lasciare la squadra), D’Angelo e Zito (squalificato per tre turni, quindi non sarà in campo al Viviani).

Le due sconfitte interne di fila hanno fatto saltare i nervi un po’ a tutti, presidente D’Agostino compreso che ha anche palesata l’intenzione di mollare, dopo le contestazioni dei tifosi seguite al brutto stop in casa con la Reggina; tutto rientrato grazie all'intervento del Sindaco.

Si sa che a Caserta il calcio è vissuto in maniera molto passionale e i tifosi non sono certo nuovi ad accese manifestazioni di protesta, la più eclatante avvenne nel 1969 quando si arrivò a una vera e propria insurrezione di popolo, passata alla storia come “la Rivolta del Pallone”. A provocarla fu la mancata promozione in serie B della Casertana che, pur vincendo il campionato, si vide accusata di illecito sportivo (per “combine” col Trapani) e così i campani vennero penalizzati di 6 punti e in serie B ci andò il Taranto, secondo in classifica.

La delusione e la rabbia furono così forti che la Giunta comunale affisse in città i manifesti di una delibera in cui si poteva leggere “La Giunta municipale invita la cittadinanza a manifestare con tutti i mezzi consentiti lo sdegno e la protesta più viva avverso il grave e farsesco provvedimento di cui chiede l'annullamento”. I tifosi la presero troppo alla lettera e per tre giorni scatenarono una guerriglia urbana con la polizia.

La "Rivolta del Pallone" si concluse con tanti milioni di danni, molti arresti e col Taranto promosso in serie B.

La passione per il calcio spesso travalica il limite tra ragione e follia e anche a Potenza a volte questo limite si è superato. Una di queste volte è stata proprio con la Casertana, stagione 72/73, in quella che è stata l'ultima partita persa al Viviani contro i falchetti. Due a zero il risultato finale, anche se in realtà la partita fu assegnata a tavolino dopo che l'arbitro sospese la gara all'88, sull'1 a 1, per incidenti (lancio di bottiglie e pietre dagli spalti all'indirizzo dei guardalinee con successivi tafferugli in campo).

Potenza e Casertana si sono incontrate 18 volte in campionato. Quello di domenica prossima sarà il 10° incontro al Viviani tra queste due squadre. Il bilancio vede il Potenza in vantaggio di 6 vittorie a 2, e un pareggio; 10 gol realizzati dai lucani e 6 dai campani.

Vediamo in dettaglio le partite giocate a Potenza:

Potenza Casertana 60/61 Serie D 2-1  
Potenza Casertana 68/69 Serie C 0-1  
Potenza Casertana 69/70 Serie C 3-1  
Potenza Casertana 71/72 Serie C 1-0  
Potenza Casertana 72/73 Serie C 0-2 a tavolino
Potenza Casertana 75/76 Serie C 1-0  
Potenza Casertana 78/79 Serie C2 1-0  
Potenza Casertana 92/93 Serie C1 0-0 Guarda il Video
Potenza Casertana 03/04 Serie D 2-1  

Le vittorie a tavolino del Potenza

La Canzone: Potenza nel cuore

Il Video

La Nostra Storia

La Storia del Potenza Calcio

Lo Stadio

La Storia dello Stadio Viviani

Le Maglie

Le maglie del Potenza

Stemmi e Gagliardetti

Gli stemmi del Potenza

Le Ultime stagioni del Potenza S.C.

Potenza S.C.

Stagione 1978/79

Gran bel torneo per il Rende che vince a sorpresa, ma meritatamente, il girone con una squadra solida e ben assortita in cui spiccano elementi come lo stopper Ipsaro Passione (sarà protagonista con la maglia dell'Avellino in annate successive a questa) e il bomber De Brasi
Vai alla stagione

Il Catania mette il lucchetto

Oltre l'Ostacolo

ULTIMI ARTICOLI

Miglior attacco
Catanzaro 65
Juve Stabia 63
Trapani 60
Miglior difesa
J. Stabia 18
Catania 29
Monopoli 31
Peggior Attacco
Bisceglie 22
S. Leonzio 32
Vibonese - Rieti 33
Peggior Difesa
Paganese 72
Cavese 50
Rende 45

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy